C'è qualcuno che non capisce

Pubblicato il da vocelibera2011

La protesta dei Tir si sta diffondendo lungo il Paese. Il ministro dell'Interno Cancellieri ha dichiarato che non saranno tollerati blocchi sulle strade.


E a cosa serve mai una protesta che non crea disagi? Non vogliono comprendere che non si scherza più. Dove saremo costretti ad arrivare perché lo capiscano?

Con tag attualità

Commenta il post

Gioia 01/23/2012 22:24

Se scrivo ciò che penso, rischio il carcere a vita... riesci a leggermi nel pensiero? ;)

vocelibera2011 01/24/2012 05:20



Credo di sì.



Enzo 01/23/2012 13:19

Perdonami l'apparente polemica, non certo a te rivolta che anzi, poni l'attenzione sulla ..."sostanza"..... e ti ringrazio di farlo, ma non era secondo tanti guru della rete una ...manovra
fascista? Aiutando in questo i media del governo a gettare fango sulle rimostranze di un popolo esausto? Vedi, tornando al cortese scambio di commenti sul mio post recente che purtroppo .. non si
sa ancora dove sarà necessario arrivare.

vocelibera2011 01/23/2012 14:26



Avrai notato che non ho mai toccato, nei miei pezzi, il problema a cui fai riferimento. E naturalmente c'è un motivo. Il governo attuale ha l'appoggio sia della destra che della sinistra, ammesso
che queste definizioni abbiano ancora un senso. Gli unici ad opporsi sono gli estremi, da ambo le parti; e da ambo le parti sta venendo, mi pare, sostegno ai "forconi". D'altra parte un movimento
di protesta non politicizzato non esiste.


Ebbene, in questo momento io trovo decisamente più importante che le manifestazioni richiamino l'attenzione sui problemi. (Il che, chi leggiucchia il mio blog lo sa, non significa che io abbia la
seppur minima simpatia per "fascisti" et similia).


Grazie per i tuoi interventi sempre stimolanti.