Piccoli lettori crescono

Pubblicato il da vocelibera2011

Fin dai primi mesi di vita ho cercato di comunicare al mio bambino, che oggi ha sette anni e mezzo, l'amore per i libri. Finora ho avuto successo. La sua biblioteca personale conta già più di cento titoli, tra cui spiccano (in versione integrale) La freccia azzurra di Gianni Rodari e Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare di Sepulveda, oltre a versioni ridotte di classici come il Don Chisciotte. In questi giorni stiamo leggendo un riadattamento delle leggende arturiane. 

 

Non posso, e non voglio, impedire a mio figlio di condividere con i suoi coetanei le serie di cartoni animati ormai ripetitivi che mandano in TV o quei giochi elettronici che mi sembra abbrutiscano la nostra umanità rendendoci appendici di tasti e cavi. Cerco però di far sì che il suo tempo sia equamente diviso, accogliendo anche buone letture (e film e giochi) che stimolino la sua fantasia, la sua intelligenza, la sua creatività.

 

È una battaglia durissima, perché remo controcorrente; ma le sfide non mi hanno mai spaventata. Anzi.

E vedere che anche gli amichetti di mio figlio cominciano ad accostarsi, incuriositi, ai nostri passatempi è una piccola, grande, vittoria.

http://tinafesta.files.wordpress.com/2011/02/amore-per-i-libri.jpg

Con tag personali

Commenta il post

Antonietta 02/08/2012 10:36

E' la stessa cosa che ho fatto con i miei figli: adesso hanno 25 e 20 anni e ... non so più dove mettere i libri!! :)
ovviamente sono felice che abbiamo così tanto amore per i libri: ogni lettura contribuisce ad arricchire la conoscenza e ad aprire la mente e tutti dovrebbero incentivare nei propri figli questa
... "pratica obsoleta"!

vocelibera2011 02/08/2012 15:35



Sono felice di sentirtelo dire: forse non siamo rimasti in molti, ma a quanto vedo siamo tenaci! Grazie per il tuo
commento!