Il cattivo gusto del giornalismo

Pubblicato il da vocelibera2011

Continuano ad essere pubblicati, anche su testate autorevoli e stimate, articoli nei quali si parla della relazione che c'era, o stava nascendo, tra il capitano della Costa Concordia e una giovane moldava, indugiando su particolari piccanti e varia morbosità.

Sono capitata per caso su uno di questi pezzi, e mi rifiuto anche di linkarlo.


Se l'incidente del 13 gennaio non avesse provocato vittime, come sarebbe dovuto essere e non è stato a causa, io credo, di una serie di colpevoli leggerezze compiute da più parti, potremmo forse anche divertirci con il gossip. Ma decine di morti chiedono di essere rispettate, lasciando i pettegolezzi scabrosi (e inutili ai fini delle indagini) nel silenzio.

Con tag attualità

Commenta il post

Mari 02/27/2012 15:02

Hai ragione, ma i pettegolezzi scabrosi servono a vendere copie. questa è l'unica verità del giornalismo, purtroppo!
Ciao Mari

vocelibera2011 02/27/2012 15:47



Lo so bene, perciò almeno non gli faccio ulteriore pubblicità. A tutto c'è un limite.